Il nuovo Cetto La Qualunque è di Piacenza: “Se mi votate compro Cristiano Ronaldo”

Chissà se dopo la finale di Champions contro la Juventus ci farà davvero un pensierino. Cristiano Ronaldo sarà il nuovo attaccante del Piacenza? Probabilmente no, ma è questa la promessa elettorale di Stefano Torre, visionario candidato Sindaco di Piacenza alle prossime elezioni dell’11 Giugno. Torre ha annunciato ai suoi concittadini di aver ricevuto, niente di meno che dallo stesso Ronaldo, la promessa di andare a Piacenza in caso di una sua elezione a promo cittadino. “Ronaldo ha sciolto le riserve dopo aver saputo che Bill Gates entrerà nella compagine societaria del Piacenza (anche Bill Gates, amico di Torre, ha promesso di intervenire a favore dei Biancorossi) e, soprattutto, che la Tour Eiffel sarà spostata in città”. Secondo quanto riportano diversi siti locali piacentini l'”Unica riserva posta dal fuoriclasse portoghese ha riguardato la effettiva consistenza tecnica della squadra che il Piacenza si appresta ad allestire e che comprenderà anche Messi, Donnarumma, Domenghini, Cera e Martiradonna! Il tutto con l’obiettivo dichiarato di vincere scudetto e champions league subito. Già si stanno tessendo trattative per far giocare in A il Piacenza dal prossimo anno, e soprattutto per dargli una wild card che gli consentirebbe di partecipare alla prossima coppa dei campioni”. Inoltre: “Ronaldo sarà Capitano, ed afferma che: Estou aqui para apoiar meu amigo Stefano Torre, que quer ser prefeito de Piacenza. Quando ele ganhar, eu aceito de assinar o contrato com o Piacenza futebol e eu vou levá-lo para ganhar o “scudetto” e a copa dos campeões”.

Quella di Ronaldo non è l’unica bizzarra promessa elettorale di Stefano Torre. Nel suo programma infatti figurano un vulcano artificiale per attrarre turisti e ottenere contributi in caso di eruzione, un gran premio di Formula 1 tra le vie della città e il “prestito” della torre Eiffel. E no, non è una fake news.

Annunci

Pioli e la maledizione dei derby

Che il derby dell’ora di pranzo sia rimasto indigesto a Stefano Pioli non è una novità: Cristian Zapata al minuto numero 97 della gara di sabato non ha rovinato solo l’appetito al tecnico dell’Inter, ma l’intero periodo pasquale. Buttare così un derby equivale a perderlo e, come spesso avviene in questi casi, molti tifosi hanno imputato all’allenatore le colpe della clamorosa rimonta milanista. I cambi, giudicati troppo difensivi, e l’atteggiamento rinunciatario della squadra pesano sul cammino dell’Inter verso l’Europa. E pesano ancor di più sul futuro di Pioli. Continua a leggere “Pioli e la maledizione dei derby”

Jukebox – La dura legge del gol

Fine anni ’90. Precisamente 1997. La Juventus di Lippi vince il suo 24esimo Scudetto. Pippo Inzaghi è il miglior marcatore della Serie A, dove giocano ancora squadre come Piacenza, Perugia, Vicenza, Reggiana e Parma (che ora giocano in Lega Pro). Continua a leggere “Jukebox – La dura legge del gol”