Fekir, hai capito chi è il Papu Gomez?

Nel calcio, come in tutti gli sport, esiste il karma. Deve averlo imparato bene il capitano del Lione Nabil Fekir. La mezza punta francoalgerina si era presentato sfrontato e sicuro di sé, ai microfoni prima della sfida all’Atalanta di Gasperini. E quando un giornalista italiano gli ha chiesto del paragone con Gomez lui aveva avuto una reazione sorpresa e senza temere di essere impreparato: “Papu Gomez? Non so chi sia, personalmente non lo conosco. Se è bravo lo scoprirò domani”. 

Evidentemente, però, Fekir deve non dev’essere preparatissimo sui suoi avversari, come ad esempio il gol del Papu, segnato contro l’Everton nell’esordio in Europa League dell’Atalanta. La stessa partita che ha permesso giocatori del Lione di conoscere le qualità dei nerazzurri: “In effetti non sapevamo chi fosse l’Atalanta, ma guardando la partita con l’Everton abbiamo scoperto che è una buonissima squadra. Ma domani giochiamo in casa e vogliamo vincere”.

Dopo il pareggio della squadra di Gasperini, siglato proprio dal Papu Gomez al Parc Olympic Lyonnais, Fekir avrà imparato a non sottovalutare gli avversari europei. 

Annunci

Ecco il Drunk football: il calcetto degli ubriachi

Per chi è stanco del solito beer-pong con gli amici, dalla Norvegia arriva l’ultima novità in fatto di divertimento alcolico. Si chiama drunk football e altro non è che una sorta di Calcio a 5, con una particolarità: si gioca solo da sbronzi. Continua a leggere “Ecco il Drunk football: il calcetto degli ubriachi”

Halloween-mania, ecco come festeggiano i calciatori

Non solo i bambini. Tutti ormai festeggiano Halloween e il mondo del calcio non è da meno. Club e calciatori in queste ore stanno celebrando la notte più macabra dell’anno. Certo, ognuno la vive a modo suo, ma è tantissimo il materiale in tema che ci arriva dai social network. Dall’Italia alla Germania, passando per Francia e Spagna. Senza ovviamente tralasciare la versione originale di questa ricorrenza: quella anglo-americana. La colonizzazione è compiuta: Halloween è ormai una festa sempre più popolare e con il passare degli anni diventa un vero must per le star del pallone che la celebrano. E non solo per far contenti i propri bambini.

Ad aprire le danze è stato stamattina Patrice Evra. Dopo averlo visto in versione Bob Marley alla vigilia di Milan-Juventus, il francese si è esibito in un balletto in stile Thriller di Micheal Jackson con tanto di maschera zombie, maglione rosso e salopette di jeans strappata. In realtà voleva essere la bambola assassina.

Evra non è mai banale. Infatti, il travestimento per Halloween era nell’aria già da qualche giorno, quando si era fatto riprendere vestito da panda.

Sempre per rimanere dalle parti di Torino, non poteva mancare il travestimento di Dani Alves. Il brasiliano, insieme alla sua bellissima compagna Joana, si fotografa con una maschera a forma di pipistrello ed una maglia a strisce verticali. Rigorosamente bianconera.


Non ci è scappato il post di Wanda Nara. La bella compagna e procuratrice di Mauro Icardi non ha voluto perdere tempo di agghindarsi per l’occasione, postando una sua foto ritoccata dove appare nei panni di una sexy infermiera. Niente di più azzeccato, visto che la partner dell’interista è ancora in ospedale dove lo scorso 27 ottobre ha dato alla luce Isabella, secondogenita del bomber nerazzurro. Agghiacciante, come direbbe Antonio Conte.


La bella Wanda, però, non è la sola tra le compagne dei calciatori (le cosiddette wags) a dedicare un post alla festa delle streghe. Anche Jessica Melena, compagna di Immobile, ha condiviso un video in cui appare con la figlia pronte per andare in giro per il classico “dolcetto o scherzetto?”. Entrambe mascherate da gatte. Nel frattempo papà Ciro, dopo l’ennesimo gol siglato al Sassuolo, si rilassa pescando con gli amici.


Anche Kevin Prince Boateng, dopo le fatiche con Las Palmas (rimonta con gol da 0-3 a 3-3 contro il Celta Vigo) preferisce riposare. Intanto Melissa Satta e il piccolo Maddox si sbizzarriscono con i trucchi…

A Milano, invece, l’ex compagno del Boa Ignazio Abate organizza una festa a tema a casa sua, con tanto di festoni arancioni e neri.


Che le cose vadano bene in casa Milan lo si capisce dal clima di festa che c’è. Effettivamente, pensare che i rossoneri fossero terzi al 31 ottobre non era proprio scontato. Ed ecco che la società ha tempo per preparare un simpatico video con delle zucche rossonere. Anche l’esterno spagnolo Suso condivide la sua Jack o’lantern. Il giovane Calabria, invece, opta per un fotomontaggio in stile scheletro.


Tra i diavoli rossoneri, l’unico a non festeggiare Halloween è Carlos Bacca. Non pensate male, peró. Il diverbio con Montella per la sostituzione con il Pescara non c’entra. Semplicemente il colombiano è molto religioso e preferisce trascorrere il giorno di riposo con la famiglia al Luna Park. Poi rimpatriata tra connazionali con lo juventino Cuadrado.



Festeggiano, eccome, gli inglesi. David Beckham ex stella del Manchester United e Real Madrid è scatenato su Instagram in cui appare prima con una maschera di un leone e poi con una da Yeti. A fargli compagnia è il difensore del Chelsea John Terry che inquadra un succulento banchetto di dolciumi. Più sobrio l’augurio del Tottenham che si limita a postare una zucca. 


Il portiere dell’Arsenal Ospina diventa Superman, forse un riferimento alla sua capacità di volare tra i pali. Anche a Liverpool la fantasia non manca: l’intera famiglia di Lucas Leiva sembra uscita da un film horror e anche l’ex interista Coutinho non scherza nei panni di Joker.

Restando in Inghilterra non potevamo evitare di sbirciare sul profilo dell’ex juventino Paul Pogba. Il costosissimo acquisto dello United appare con due facce. Prima quella cattivissima col solito fotoritocco, poi quella buona nella visita con i compagni a dei bambini di un ospedale. Bravo Paul.



Da un ex juventino, a uno juventino mancato. Dev’essere venuto un colpo ai tifosi bianconeri dopo aver visto la foto di Axel Witsel e non per il suo travestimento. La mancata operazione a fine calciomercato tra la Juve e lo Zenit che sembrava fatta è stata una vera e propria trattativa da “dolcetto o scherzetto?”


Witsel è così rimasto in Russia a far compagnia all’italiano Domenico ‘Mimmo’ Criscito. Probabilmente erano invitati alla stessa festa, vista la maschera dell’ex Genoa.


Dalla Spagna alla Germania, nessuno si dimentica che giorno è oggi. Cristiano Ronaldo non è da meno dei suoi colleghi e si fa fotografare con lo svincolato Miguel Paixao. Più romantico l’Halloween dell’altro madridista Sergio Ramos che preferisce godersi un film con la sua Pilar. Anche a Dortmund sono in vena di celebrare la notte più tremenda dell’anno: guardate Aubameyang e Norbert ‘Nobby’ Dickel…


In Francia, invece, non è stata una giornata serena per festeggiare. In particolare per Mathieu Valbuena e il Lione. Infatti, in mattinata sono iniziate a circolare su Twitter delle squallide voci che sostenevano che il centrocampista francese fosse morto. È dovuto intervenire lo stesso club per smentire la bufala. Poi, nel pomeriggio, lo stesso Valbuena ci scherza su con stile: “Di nuovo ad allenarmi, per tornare tra i terrestri”.

Tornando a maschere e travestimenti, non è un look da Halloween quello di Kostas Manolas. Il difensore della Roma infatti si è operato quest’oggi al setto nasale guadagnandosi, suo malgrado, un aspetto da film horror. In bocca al lupo!

Se siete arrivati fin qui, oltre a non avere niente da fare, significa che stavate aspettando lui. Mario Balotelli. L’attaccante che a suon di gol ha portato il Nizza in cima alla classifica della Ligue 1, fino ad ora (è bene precisarlo), sembra aver messo la testa a posto. Per l’ennesima volta. Sul suo profilo solo un video sulla costa di Nizza. A fare la Balotellata stavolta è il fratello Enock


Chiudiamo con un’immagine che ci ha fatto molto divertire. Abbiamo parlato di Cristiano Ronaldo prima ma non del suo eterno rivale Messi. L’argentino non ci ha fornito materiale per parlare del suo Halloween, ma ci ha pensato la rete con uno fotomontaggio geniale. Il numero 10 del Barcellona viene raffigurato senza una ciocca della sua nuova chioma bionda, finita tra i denti del ‘vampiro’ Suarez, in memoria del morso dell’uruguagio a Chiellini nel mondiale brasiliano. Chapeaux.


di Daniele Polidoro

@PolidoroDaniele